Nei giorni scorsi ho trovato un post su “Digital Photography School” che spiega le differenze tra i vari flash esterni Canon. Il post originale è in inglese ed ho pensato quindi di riproporlo in italiano perché lo trovo molto interessante.

Per chi volesse leggere il post in lingua originale ecco il collegamento all’articolo su dPs.

Canon continua ad espandere la famiglia Speedlite e i fotografi fanno fatica a sapere quale flash acquistare. Quindi cerchiamo di fare una rapida panoramica sull’attuale formazione Speedlite, dalla fascia bassa alla fascia alta, per vedere se siamo in grado di determinare quale flash è adatto alle nostre esigenze.

 

SPEEDLITE 270EX II

Parrtiamo con il flash meno costoso, il 270EX II è un “mini” Speedlite a cui mancano alcune delle funzioni principali che si trovano nei flash più grandi.
Non ha il focus-assist agli infrarossi per aiutarvi a mettere a fuoco al buio (invece fa quella cosa fastidiosa stroboscopica), e mentre si può inclinare verticalmente per far rimbalzare la luce su un soffitto, non si può girare orizzontalmente da un lato all’altro.
Manca una modalità manuale per impostare la potenza , quindi, anche se può servire come slave TTL remoto utilizzando il wireless Canon (basato sulla luce), non può essere utilizzato con trigger radio di terze parti. Date queste limitazioni, io vedo solo tre situazioni in cui il 270EX II ha senso:

1. Hai bisogno di un flash di riempimento su una delle macchine fotografiche professionali (5D, 1D, ecc) che non dispongono di un built-in flash pop-up. La 270 è un ottimo rimpiazzo per quelle macchine che non ce l’hanno.
2. Avete una delle piccole fotocamere della serie G di Canon che ha un flash hot-shoe, ma che essere sopraffatti dalla dimensione di un pieno Speedlite.
3. Avete bisogno di un flash molto leggeri o molto poco appariscente per qualche motivo.

In caso contrario, vi suggerisco di movimento fino a una delle full-size flash.
Ottenere un prezzo sul Canon Speedlite 270EX II su Amazon .

SPEEDLITE 320EX

Il 320EX è un flash progettato per servire a due scopi contemporaneamente. Si tratta di un flash tradizionale per la fotografia, ma può essere usato anche luce continua per il video DSLR.
Purtroppo, ho trovato il 320EX pessimo in tutti e due i casi. E ‘stato mediocre sia come un flash  sia come una luce per video.
Come flash tradizionale, manca la messa a fuoco assistita, la modalità di impostazione manuale della potenza, e lo zoom automatico che si trova sui flash più grandi (è possibile zoomare manualmente, se vi ricordate di farlo).
Come luce video, il LED è utile solo nelle situazioni di scarsa luce. Non fornisce abbastanza luce di riempimento in grado di superare anche una moderata retroilluminazione, e per riprese video dall’aspetto professionale non è un’opzione. (Tuttavia, potrebbe essere un salvagente in un ambienti davvero bui dove improvvisamente si ha  bisogno di girare un video).
Trovo che quando sto girando un video, ho bisogno di una luce forte, e quando sto scattando foto, ho bisogno di un flash con maggiore capacità.
Così ho venduto il mio 320EX su eBay e ho usato il denaro per un 430EX II.

SPEEDLITE 430EX II

Ritengo che il 430EX II sia il nucleo della famiglia dei flash Canon. Ha un prezzo ragionevole, flash completamente funzionale che fa tutto quello di cui avete bisogno. Come acquisto per un primo flash, vi consiglio il 430. Ha la messa a fuoco ausiliaria per aiutarvi a focalizzare al buio. Si può ruotare in orizzontale e verticale. Può essere utilizzato in modalità manuale con il radio trigger, come slave a grande distanza o con un sistema di terze parti radio o con il  sistema wireless Canon built-in.
E anche se il430EX II è un po’  meno potente dei grandi flash, trovo la sua dimensione migliore e comoda per lunghe ore di sessioni con il flash sulla macchina fotografica. Amo il 430, e ne ho diversi.

SPEEDLITE 580EX II

Il 580EX II è il “fratello maggiore” del 430EX II. E ‘un po’ più potente, un po ‘più sofisticato, un po’ più grande, un po ‘più pesante, e molto più costoso.
Vedo solo un motivo per spendere il denaro extra per un 580EX II. Può essere utilizzato come un master per controllare slave in configurazioni  multi-flash mediante il sistema wireless built-in (basato sulla luce).
Dato il suo prezzo elevato, non vedo la necessità di più di un 580EX II nel kit. Quando si decide di sperimentare il sistema di attivazione wireless ne puoi comprare uno da utilizzare come master mentre puoi utilizzare più 430 come slave. E se si dispone di una delle fotocamere più recenti, come la 7D, 550D, e altre, dove il flash incorporato può agire come un master, non avrai nemmeno bisogno di un 580EX II.

SPEEDLITE 600EX-RT

“RT” sta per “radio trasmettitore”. Questo nuovo flash Canon ha il radio trigger incorporato. Questa tecnologia di attivazione può eventualmente sostituire il vecchio sistema basato sulla luce (che è anche costruito nel 600), perché il vecchio sistema è meno affidabile, limitato dalla distanza, e richiede un line-of-sight tra il master e gli slave.
Molti di noi hanno usato dispositivi di terze parti per il controllo remoto via radio dei flash, mentre adesso Canon ha costruito un flash che incorpora questa funzionalità. Ma ha anche un prezzo molto alto (attualmente circa $600 per flash, ed hai bisogno di più flash, ovviamente, per utilizzare la tecnologia trigger).
Personalmente, non ho intenzione di comprare un 600EX, perché si può ottenere la stessa funzionalità per circa la metà del costo tramite sistemi di terzi parti (anche TTL trigger) e con i flash Canon meno costosi come il 430EX II. Tuttavia, se se ti piace la comodità di avere il sistema radio built-in, e si dispone di un grosso budget, il flash RT 600EX può essere giusto per te.
Ha senso anche per i fotografi professionisti che lavorano pesantemente con il flash (come i fotografi di matrimonio), perché è potente, robusto con una migliore protezione integrata contro il surriscaldamento da un uso pesante.