La composizione in fotografia è un aspetto molto importante. Tanto importante da rendere due foto scattate allo stesso soggetto completamente diverse all’occhio di chi le osserva. Vi sarà sicuramente capitato di scattare una foto ad un soggetto, ad esempio un monumento famoso, e poi confrontarla con quelle dei vostri amici o conoscenti o più semplicemente di vedere le foto in internet dello stesso soggetto. A molti capita di chiedersi come mai la propria foto sia riuscita male nonostante il soggetto sia a fuoco e sia anche ben esposto.

Spesso dipende dal fattore “composizione”. La composizione, infatti, è uno degli aspetti fondamentali nella realizzazione di un’immagine, tanto che esistono delle regole di base adottate persino dai pittori più antichi e famosi.

Tra queste sicuramente le più note sono la “regola dei terzi” e regole della “sezione aurea”.

La regola dei terzi
La regola dei terzi è tanto semplice quanto efficace e, se rispettata, produce sempre un effetto piacevole. Dividendo in tre sezioni orizzontali e verticali l’inquadratura, se si posiziona il soggetto (o i soggetti) principale nei riquadri, nei punti di incrocio o lungo le linee di separazione, allora si avrà una composizione decisamente più accattivante e dinamica. Spesso la regola dei terzi viene utilizzata semplicemente per definire la posizione dell’orizzonte nelle fotografie panoramiche.

FOTO A

FOTO A

Volendo essere un po’ creativi si può utilizzare questa regola per rendere le nostre foto particolari sfruttando gli spazi che si vengono a creare in modo alternativo. Nella foto qui accanto (FOTO A), ad esempio, il soggetto principale viene posizionato lungo l’intera fascia centrale orizzontale della foto.

Poca importanza ha il formato dell’immagine; quadrata, rettangolare verticale o orizzontale, basta dividere in tre parti verticalmente e orizzontalmente e il gioco è fatto. Il resto dipende dalla capacità del fotografo.

La regola della sezione aurea
La regola della sezione aurea è un pochino più complessa da applicare e da individuare a prima vista. Si tratta di una regola matematica che definisce le proporzioni degli spazi secondo una formula ben precisa.

La sezione aurea è un numero che esprime il rapporto fra due grandezze a e b tali che la maggiore delle due sia medio-proporzionale tra la minore e la somma delle due (in formule b : a = a : (a+b))  (Wikipedia)

 

L’immagine che segue rende meglio l’idea di quale può essere l’applicazione di questa formula su una foto.

AureaFibonacci.jpg

Sezione aurea

Si crea dunque una proporzione crescente tra le aree adiacenti all’interno delle quali è possibile posizionare i soggetti per rendere l’inquadratura ancora più particolare.

Un esempio pratico si può vedere nella foto qui sotto (FOTO B) dove i soggetti inquadrati si distribuiscono lungo le zone definite dalla regola della sezione aurea.

FOTO B

FOTO B